Richiesta rimborso spese di locazione


TIPOLOGIA DEL SERVIZIO
La Regione Umbria ogni anno eroga un contributo a sostegno dei cittadini titolari di un contratto di locazione.

 

COME FARE

Per accedere all'assegnazione del contributo occorre compilare un modulo di domanda predisposto dalla Regione sulla base dei requisiti e delle modalità stabiliti dal bando comunale e disponibile presso lo Sportello del cittadino.

 

DESTINATARI

L'art. 11 della Legge 9 dicembre 1998, n. 431, ha istituito il Fondo nazionale per l'accesso alle abitazioni in locazione, il quale prevede l'erogazione di contributi a favore delle famiglie che abitano in affitto e che hanno un canone di locazione eccessivamente oneroso rispetto al reddito.

 

REQUISITI

Cittadini italiani, comunitari che risiedono o lavorano da almeno un anno nel Comune di Trevi o nel territorio regionale, extra-comunitari in possesso di permesso di soggiorno da almeno 3 anni o di carta di soggiorno, residenti nel Comune di Trevi o nel territorio regionale.

La domanda va presentata nel Comune di residenza oppure nel Comune in cui l'utente lavora.

N.B.: non è possibile presentare tutte e due le domande.

Per accedere al contributo occorre essere in possesso di un contratto di locazione regolarmente registrato, riferito all'anno precedente a quello di emanazione del bando e di presentazione della domanda.

La richiesta va sottoscritta davanti al funzionario comunale addetto a riceverla, oppure se già compilata deve essere allegata la copia di un documento di identità.

Il dettaglio dei requisiti di partecipazione è specificato nel bando predisposto dal Comune ai sensi della normativa nazionale e regionale.

 

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda va consegnata allo Sportello del cittadino entro il termine indicato nel bando e alla domanda va allegata una marca da bollo da € 16,00 e il permesso di soggiorno o la carta di soggiorno per i cittadini extra-comunitari.

 
ACCESSO AL CONTRIBUTO

Il Comune, acquisite entro il termine le domande, stila la graduatoria provvisoria e la pubblica all'albo pretorio per 15 giorni consecutivi, entro i quali possono essere presentati ricorsi o richieste di rettifica.

Esaminati gli eventuali ricorsi, il Comune approva la graduatoria definitiva e la invia alla Regione per la ripartizione dei contributi.

Il contributo verrà erogato in proporzione al finanziamento assegnato dalla Regione.

I beneficiari sanno informati dal Comune dell'avvenuta assegnazione del contributo.