Una panchina rossa nei Borghi più belli d'Italia


Una #Panchinarossa come segno tangibile dell’impegno nel contrasto alla violenza contro le donne. E’ questo l’obiettivo del progetto promosso dall’Associazione dei Borghi più belli d’Italia e il  movimento Stati Generali delle donne nella iniziativa “Ottomarzotuttol’anno” edizione 2021. Nel periodo fra l’8 marzo 2021  e la  Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre l’associazione dei Borghi più belli  d’Italia promuoverà con gli Stati Generali delle Donne  una serie di incontri di approfondimento sui temi del femminile. Un’opportunità che ad oggi è stata colta da numerosi  Comuni  che  nelle prossime settimane saranno impegnati in specifici appuntamenti per illustrare il progetto, coinvolgendo e sensibilizzando anche giovani, imprese e cittadini. “Una panchina rossa per ricordare ogni giorno che l’apporto delle donne è fondamentale per il benessere e la crescita della società”, sottolinea Pier Achile Lanfranchi, sindaco del Comune di Fortunago e del Direttivo dell’associazione “I Borghi più belli d’Italia con questa iniziativa intendono  ribadire il proprio impegno per la piena affermazione del ruolo delle donne nelle comunità, nelle imprese e nel mondo del lavoro”. “Il progetto Panchine rosse, diffondendo le panchine sui territori, lancia un monito contro la violenza sulle donne e si fa carico dell’urgenza di realizzare la parità di genere” afferma Isa Maggi coordinatrice nazionale degli Stati generali delle Donne. Un modo, quindi, per alimentare un processo di consapevolezza nella società, dove ancora molte donne sono vittima di discriminazioni o di soprusi, ma anche per prendere coscienza e valorizzare la presenza femminile e le pari opportunità nei territori, nei  luoghi di lavoro e nell’impresa.