Pubbliche affissioni


A decorrere dal mese di ottobre 2017 il Comune di Trevi (PG)  gestisce in forma diretta le pubbliche affissioni.

 

Per qualsiasi informazione contattare:

 

Comune di Trevi

Sportello del cittadino

Piazza Mazzini, 21

06039 Trevi (PG)

 

ORARI DI APERTURA:

lunedì-mercoledì-venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,00

martedì dalle ore 8,30 alle ore 17,30 orario continuato

giovedì dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e dalle ore 15,30 alle ore 17,30

 

E-MAIL:

sportello@comune.trevi.pg.it

 

Tel.: 0742/332226

 

 Modulo ordine di affissione


TIPOLOGIA DEL SERVIZIO
Le pubbliche affissioni sono soggette al pagamento di un diritto a favore del Comune nel cui territorio sono effettuate.
Il diritto è dovuto in solido da chi richiede il servizio e da colui nell'interesse del quale il servizio stesso è richiesto.


COME FARE

I manifesti vanno prenotati e consegnati (o inviati) direttamente all'incaricato locale.
La prenotazione va perfezionata effettuando il pagamento su apposito bollettino di c/c postale n. 37132602 intestato a "Comune di Trevi - Servizio pubblicità e pubbliche affissioni", codice IBAN IT64M0760103000000037132602.
Il committente non può effettuare la scelta degli spazi.
Per i manifesti a carattere commerciale il pagamento deve essere effettuato almeno due giorni prima dell'uscita, altrimenti il richiedente deve versare un'ulteriore somma pari ad € 25,82 per i diritti di urgenza. Per tutti gli altri manifesti la maggiorazione è dovuta solo se l'affissione è richiesta per il giorno in cui è stato consegnato il materiale ed il pagamento deve essere effettuato almeno il giorno prima dell'uscita.
Gli spazi messi a disposizione dall'Ente riguardano manifesti di dimensione 70x100, 100x140 e bandi di dimensione A3 e A4.


LE TARIFFE IN VIGORE NEL COMUNE DI TREVI SONO LE SEGUENTI:
L'unità di misura per il calcolo del diritto è costituito dal "foglio" di cm 70x100.
Se il manifesto è di cm 100x140 si considerano n. 2 fogli.
Se il manifesto è di cm 140x200 si considerano n. 4 fogli etc.

 

FORMATO 70X100

 

giorni

+ 50

senza riduzione

fino a 50

senza riduzione

+ 50 con

la riduzione

fino a 50 con la riduzione

 

10

1,033

1,55

0,5165

0,7750

 

15

1,343

2,0145

0,6715

1,0075

 

20

1,653

2,4795

0,8265

1,2400

 

25

1,963

2,9445

0,9815

1,4725

 

30

2,273

3,4095

1,1365

1,7050

 

 

FORMATO 100X140

giorni

+ 50

senza riduzione

fino a 50

senza riduzione

+ 50 con

la riduzione

fino a 50 con la riduzione

10

1,340

2,0100

0,6700

1,0050

15

1,745

2,6175

0,8725

1,3090

20

2,150

3,2250

1,0750

1,6125

25

2,555

3,8325

1,2775

1,9165

30

2,960

4,4400

1,4800

2,2200

 

Il pagamento dell'importo deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo.


RIDUZIONI

Ai sensi dell'art. 20 del D. Lgs. 507/93, la tariffa per il servizio delle pubbliche affissioni è ridotta alla metà:

  1. per i manifesti riguardanti in via esclusiva lo Stato e gli enti pubblici territoriali e che non rientrano nei casi per i quali e' prevista l'esenzione ai sensi dell'art. 21;
  2. per i manifesti di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non abbia scopo di lucro;
  3. per i manifesti relativi ad attività politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzate, con il patrocinio o la partecipazione degli enti pubblici territoriali;
  4. per i manifesti relativi a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza;
  5. per gli annunci mortuari.


ESENZIONI

Ai sensi dell'art. 21 del D.Lgs. 507/93 esiste l'esenzione dal diritto sulle pubbliche affissioni nei seguenti casi:

  1. i manifesti riguardanti le attività istituzionali del comune da esso svolte in via esclusiva, esposti nell'ambito del proprio territorio;
  2. i manifesti delle autorità militari relativi alle iscrizioni nelle liste di leva, alla chiamata ed ai richiami alle armi;
  3. i manifesti dello Stato, delle regioni e delle province in materia di tributi;
  4. i manifesti delle autorità di polizia in materia di pubblica sicurezza;
  5. i manifesti relativi ad adempimenti di legge in materia di referendum, elezioni politiche, per il parlamento europeo, regionali, amministrative;
  6. ogni altro manifesto la cui affissione sia obbligatoria per legge;
  7. i manifesti concernenti corsi scolastici e professionali gratuiti regolarmente autorizzati.